#14 – Espansione Rapida Predicibile

 

Il successo con l’espansore rapido del palato.

L’obiettivo dell’espansore rapido del palato è quello di ottenere un effetto ortopedico prevalente rispetto agli effetti dentali. E’ una procedura diffusa per correggere cross bite, discrepanza dento alveolare, contrazione dei diametri trasversi all’arcata superiore e per la difficoltà a respirare dal naso.

L’espansione rapida del palato è molto semplice nei ragazzi fino agli 11 anni di età, ma la percentuale di fallimenti tende ad aumentare progressivamente con la crescita fino a diventare comune negli adulti. 

Quando la sutura palatina mediana non si apre, il rischio di danni iatrogeni è serio.

E’ stato ampiamente dimostrato che l’età non è un fattore di scelta affidabile per la grande variabilità nel processo di fusione della sutura palatina mediana.

Per scegliere tra la tecnica ortodontica e la tecnica ortodontica chirurgicamente assistita possiamo affidarci alla classificazione di Angelieri, che divide la maturazione della sutura in 5 stadi. Nei primi due stadi avremo la certezza di un effetto ortopedico dell’apparecchiatura, nello stadio C l’effetto sarà più dentale che scheletrico (anche se vediamo aprirsi il diastema), mentre negli stadi D ed E conviene predisporre l’espansione rapida chirurgicamente assistita (SARME)

L’unico problema è la complessità nell’inquadramento del paziente dalla cone beam con questo metodo, che richiede esperienza e addestramento. 

L’articolo di cui ti parlo in puntata fa riferimento ad un sistema basato sulla densità dell’osso (estrapolata dalla cone beam) nella zona della sutura. 

Dani Abo Samra, Rania Hadad
Midpalatal suture: evaluation of the morphological maturation stages via bone density
Progress in Orthodontics 2018 19:29

Non è una tecnica pronta all’uso, allo stadio attuale, ma secondo me è promettente e potrà semplificare la classificazione sullo stadio di maturazione della sutura.

 

 

Lascia un commento