#28 – Osas

Apnee notturne e dispositivi di avanzamento mandibolare (OSAS e MAD)

Il 15% della popolazione è affetto da apnea notturna, per questo c’è maggiore richiesta e consapevolezza da parte dei pazienti , anche a seguito delle recenti normative del codice della strada e noi stessi vediamo, sempre più spesso,i cataloghi offrire nuove apparecchiature per il trattamento delle Osas.

Cosa sono le Osas

Le Osas ( apnea notturna ostruttiva) affliggono principalmente gli uomini, i pazienti presentano generalmente una restrizione delle vie aeree, una circonferenza ampia del collo e un indice di massa corporeo alto.

E’ una patologia ciclica, caratterizzata da una diminuzione del passaggio d’ aria fino al 90% per oltre dieci secondi, la cui gravità viene calcolata in base al numero di volte che si presenta in un’ora.

Nei casi moderati accade almeno 5 volte in un’ora ,nei casi gravi oltre trenta volte in un’ora,causando sonnolenza diurna,insonnia e alterazioni dell’umore  fino alle conseguenze più gravi come complicazioni cardiovascolari, diabete e riduzione della vigilanza.

I casi gravi sono trattati anche con la chirurgia maxillo-facciale,mentre per i casi lievi e moderati sono stati creati i MAD ( mandibular advancement device) ovvero apparecchi il cui scopo è portare in avanti la mandibola.

E’ uscito, nel marzo 2019, una interessante revisione della letteratura:

Sita Patel, Daniel Rinchuse, Thomas Zullo, Rekha Wadhwa
Long-term dental and skeletal effects of mandibular advancement devices in adults with obstructive sleep apnoea: A systematic review
International Orthodontics Volume 17, Issue 1, March 2019, Pages 3-11

Obiettivo della ricerca

Questi apparecchi sono molto efficaci e breve termine ,ma quali possono essere gli effetti scheletrici e dentali secondari all’utilizzo dei MAD?

Questo studio è una revisione sistematica di 23 articoli, condotta su pazienti adulti che hanno portato un MAD per almeno due anni ( fino a 11 anni).

Effetti dentali

  • Aumento lieve, ma statisticamente significativo dell’overjet e dell’overbite
  •  Retroinclinazione degli incisivi superiori e proinclinazione degli incisivi inferiori

Effetti scheletrici

  • mandibola ruotata verso il basso e indietro (postero rotazione mandibolare)
  • incremento dell’altezza facciale

Marklund et al. hanno notato come i MAD rigidi causano una maggiore riduzione dell’overjet e dell’overbite rispetto ai MAD realizzati con elastomeri.

Come prevenire i cambiamenti dentali

  • includere nell’apparecchio una forza che si opponga alla retroinclinazione degli incisivi superiori
  • splintaggio diurno correttivo
  • masticare chewing gum

Per concludere, i cambiamenti scheletrici sono secondari ai cambiamenti dentali ed esiste una correlazione moderata tra il tempo di utilizzo dell’apparecchio e il livello di movimento dentale.